Cerca

Jenny&Maggie

"After all this time?" "Always"

Mese

marzo 2015

Recensione: Cose che nessuno sa

di Alessandro D’Avenia.

Margherita sta per iniziare il liceo, una parte fondamentale della sua vita, ed è spaventata, come molti quando devono fare un grande passo. Ma tutto cambia poco prima dell’inizio della scuola, quando suo padre se ne va di casa. Senza nemmeno avvertire, senza spiegazioni. È così che Margherita intraprende le scuole. E il suo dispiacere e la sua sofferenza la portano a passare un brutto momento. I primi mesi incontra Marta, che la coinvolgerà con la sua vitalità e Giulio, un ragazzo che sembra avere l’indole dell’osservatore, che guarda tutto e tutti con grande maturità. Conoscerà il suo professore di letteratura e attraverso lui la risposta per risolvere la sua situazione, scritta con parole importanti: quelle dell’Odissea. Margherita, come Telemaco, proverà a riprendersi suo padre. Grazie anche al consiglio della saggia nonna Teresa.
Quello che subito si nota in questo romanzo è la scrittura che utilizza le metafore e le similitudini per descrivere perfettamente gli avvenimenti e soprattutto i sentimenti dei personaggi. Scrive per dare al lettore le sensazioni. Più che la storia, cura le parole. Poco accade e accade lentamente, però spiegato nei minimi dettagli. Lo scrittore si dilunga inserendo dei flashback spesso da parte della nonna. Infatti D’Avenia prende il punto di vista di Margherita, della mamma di lei, della nonna, del fratello, di Giulio, del professore e di Marta. Non tralascia i pensieri di nessuno. E crea così un libro che parla delle difficoltà dei quattordicenni e delle difficoltà delle persone che stanno loro intorno e di come le vite di tutti si intreccino per dare una soluzione.

Jenny 😉

Annunci

Recensione: C’è un cadavere in biblioteca

di Agatha Christie.

Una mattina, nel paese di St. Mary Mead, il colonnello Bantry e la moglie Dolly trovano nella loro biblioteca una giovane donna in abito da sera. Morta. Assassinata sul loro pavimento. Come è possibile che una sconosciuta venga ritrovata in casa di persone che non hanno nulla a che fare con la vittima? In un paese lontano da dove viveva e lavorava la ragazza?
La polizia sarà incaricata di occuparsi del caso. Dolly, dubbiosa, chiede aiuto anche alla sua amica: Miss Marple, e sarà proprio lei a risolvere questo particolare caso. Un giallo caratterizzato dai numerosi indizi, uno diverso dall’altro, ognuno che porta ad una diversa pista. Ogni avvenimento confonde le idee e solo la mente fine ed esperta di Miss Marple potrà ricollegare tutti i fatti in un uno filone, quello che svelerà il mistero. Naturalmente con l’aggiunta dell’elegante e ben conosciuta scrittura di Agatha Christie. In questo romanzo aggiunge quel tocco di classe inserendo una doppia indagine, confrontando in tempo reale quella svolta dalla polizia e quella svolta da Miss Marple. Agatha Christie dona al racconto un intreccio di avvenimenti così imprevedibile che nessuno riuscirebbe a intravedere la soluzione prima di aver letto l’ultima parola.
È un libro di puro mistero e intrigo in cui deve essere impiegata la maggior attenzione del lettore. E non sarà uno sforzo inutile, perché il finale, come tutte le conclusioni dei libri della Christie, lascerà a bocca aperta. Definirei questo volume un’ulteriore prova dell’estro della scrittrice nel mistery.

Jenny 🙂

Recensione: Sono bruttissima

di Judith Fathallah

“La sensazione di poter controllare le cose era enorme. Nessuno poteva più comandarmi, mangiavo solo quello che io decidevo di mangiare. Era la mia vita, potevo controllarla.”

Jess a 13 anni si convince di essere grassa, e decide quindi di dimagrire. Sente dentro di sé una voce che la insulta, la comanda e la opprime. Così comincia un periodo di diete, esercizi stancanti e fissazioni ormai diventate lo scopo della sua esistenza. Niente ha più importanza del dimagrire, e proprio quello è il centro di tutti i suoi problemi. Jess non riesce a fermarsi, arriva a contare le foglie dell’insalata, a segnarsi ogni caloria acquistata e a non dormire pur di bruciarne. Finché viene ricoverata. La parola chiave: “anoressia”. A quel punto Jess farà una scelta diversa dalle precedenti. Vorrà riprendersi la sua vita e tornare a scuola. Tornare a vivere veramente e cosa più importante a stare bene. Questo è un bellissimo racconto che delinea la frequente doppia personalità che si presenta nelle persona con disturbi alimentari. Infatti la protagonista incita se stessa a non mangiare, ma nello stesso momento vuole stare bene, guarire dai suoi problemi. Jess rappresenta l’animo combattuto di molte ragazze adolescenti che si sentono talmente giudicate per l’aspetto fisico fino a farne la cosa più importante. Ciò che è impressionante, e che ha reso questo romanzo un best seller, è la capacità dell’autrice di far immedesimare i lettori, anche chi non ha mai avuto questo tipo di problemi. Tratta dell’anoressia con coscienza descrivendo ogni pensiero della protagonista nei minimi particolari. Un libro che colpisce, che si può definire sincero, tratto dall’esperienza autobiografica dell’autrice.

Jenny 🙂 spero vi piaccia

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Moments in the woods

Today I had the feeling a miracle would happen I know now I was right.

Promessi sposi

Uomini di oggi

Senza Zen

"Quale sarà il tuo verso?"

Jenny&Maggie

"After all this time?" "Always"

Mai abbastanza

ilblogdiunaragazzacomune

The Book Wars

💕📚💕

Moments in the woods

Today I had the feeling a miracle would happen I know now I was right.

Promessi sposi

Uomini di oggi

Senza Zen

"Quale sarà il tuo verso?"

Jenny&Maggie

"After all this time?" "Always"

Mai abbastanza

ilblogdiunaragazzacomune

The Book Wars

💕📚💕