Ciao a tutti! 
Sono Maggie! Vedo già la vostra faccia sorpresa nel risentire il mio nome… ebbene sì dopo molto tempo nel quale non mi sono fatta sentire ho letto molti libri. Quello che mi ha colpito di più è stato : Sono il numero quattro.
Ma prima di iniziare a recensirlo…

Informazioni sul libro!

Titolo: Sono il numero Quattro
Autore: Pittacus Lore 
Genere: Fantascienza
Pagine: 383
Costo: 9.00 euro (versione economica) 18.60 euro (versione normale)
Editori: Tea (versione economica) Nord (versione normale)
Altri libri della saga : Il potere del numero Sei
                                         La vendetta del numero Nove
                                         La sfida del numero Cinque
                                         Il ritorno del numero Sette (per ora è l’ultimo della saga)
Nome di tutta la saga: Lorien Legacies
Consigliato : sì 

Informazioni sull’ autore , anzi sugli autori!

Ebbene sì, Pittacus Lore in realtà è lo pseudonimo che si sono dati Jobie Hughes e James Frey. Pittacus Lore è anche un personaggio dello stesso libroe in esso è uno degli Antenati , il più potente. Ha circa 10.000 anni ed è stato molte volte nel nostro pianeta.

Finalmente cominciamo!

La trama

Siamo arrivati in nove tre sono morti… Sono il numero Quattro
Siamo arrivati in nove.  Vestiamo come voi, parliamo come voi, viviamo come voi. Ma non siamo affatto come voi. Siamo in grado di fare cose che voi non potete neanche sognare. Siamo più forti, più veloci e più abili di qualsiasi essere vivente sul vostro pianeta. Avete presente i supereroi dei fumetti e dei film? Una cosa del genere, ma noi siamo reali.
Quattro e gli altri nove sono dei Garde , alieni speciali dotati di super poteri chiamati Eredità. Sono originari di Lorien, il loro pianeta, ormai morente a causa dei Mogadorians, alieni potenti e molto cattivi che li vogliono uccidere.
I Garde si rifugiano sulla terra con i loro guardiani (Cepan) in attesa di sviluppare le loro eredità, grazie alle quali avranno maggiori possibilità di sconfiggere i Mogadorians. Infatti è proprio questo il motivo per cui i Mogadorians li vogliono uccidere.
I nove possono essere uccisi solo in ordine del numero che li contraddistingue e John Smith (la falsa identità di Quattro) è il prossimo. Ogni volta che un Garde muore sulla caviglia degli altri appare una mezza luna, per ora ce ne sono tre.
John Smith dopo una vita di continui spostamenti in giro per il mondo (per cercare di nascondere la sua identità e per non farsi trovare dai Mogadorians) arriva a Paradise , in Ohio , dove vive come un normale ragazzo. Il suo guardiano si chiama Henri e fa finta di essere suo padre per coprirlo. Arrivato a scuola si innamora di Sarah, una dolce ragazza che è appassionata di fotografia ,che ricambia il suo amore.  John si affeziona molto a Paradise e non vuole più andarsene da lì dato che per la prima volta nella sua vita aveva trovato degli amici. Ed è proprio questo che lo spinge a restare e che gli dà la forza di combattere e di mandar via dal suo pianeta i Mogadorians.

La mia opinione: 

Sono il numero quattro è un libro molto bello ma come ogni primo capitolo di una saga all’inizio non ci si possono aspettare grandi cose e quindi ci si può annoiare un p’o dato che vengono spiegate le origini di Lorien, ma le ultime 100/150 pagine sono davvero avvincenti e ricche di colpi di scena!

E’ uscito pure il film?

Sì! Io non l’ ho visto ma dal trailer sembra bellissimo! Ecco qua il trailer

 

     
Consiglio vivamente a tutti di leggerlo! Scusate se sono stata un p’o sintetica ma il mio portatile si sta scaricando.
Alla prossima recensione
Maggie
Annunci